LA FONDAZIONE “CASA DI RIPOSO SAN GIUSEPPE ONLUS”

Con atto pubblico di costituzione di fondazione del 18 febbraio 2009 rogato dal dottor Giannaugusto Fantin, notaio in Verona (suo repertorio n. 101084) la  Parrocchia di San Martino Vescovo ha donato i mezzi finanziari necessari per dar vita a questa Fondazione. Con decreto della Giunta della Regione Veneto n. 86 del 26 maggio 2009 è stata conferita la personalità giuridica alla Fondazione così costituita con contestuale iscrizione della stessa al n. 504 del Registro regionale delle persone giuridiche istituito - a norma del D.P.R. 361/2000 - con D.G.R. n. 112/2001.

 

LA NOSTRA STORIA

La sua fondazione risale al 1896 con la presenza delle “Piccole Suore della Sacra Famiglia” inviate dal loro fondatore, Beato Giuseppe Nascimbeni, su richiesta dell’amico don Luigi Cordioli allora parroco del paese di S. Martino B.A. che mise a loro disposizione un edificio donato alla Parrocchia. Essa ha sempre operato in risposta ai bisogni dei tempi, passando dal dare ospitalità a poveri ed orfani fino ad accogliere anziani in stato di bisogno.

 

LA NOSTRA VISIONE – ISPIRAZIONE

Tutta l’azione della Fondazione Casa di Riposo San Giuseppe Onlus è legata alla visione Cristiana dell’uomo e della società, alla dottrina sociale cristiana, quale emerge dal Vangelo, dai documenti della Chiesa e dalle indicazioni dei Vescovi. La Fondazione Casa di Riposo San Giuseppe Onlus vuole promuovere la centralità della persona, nello sforzo costante di valorizzarne la dignità creando spazi di incontro in un clima di famiglia.

La Fondazione testimonia la sua visione ed ispirazione attraverso il comportamento di quanti operano al suo interno. Chiunque si trovi ad operare per la Fondazione Casa di Riposo San Giuseppe Onlus deve essere rispettoso dell’ispirazione cristiana che essa vuole esprimere e deve rispettare sempre la dignità e i diritti della persona residente.

LA NOSTRA MISSIONE

La Fondazione Casa di Riposo San Giuseppe – O.n.l.u.s. ha per scopo istituzionale – senza finalità alcuna di lucro - lo svolgimento di attività nel settore dell’assistenza sociale e socio sanitaria e della beneficenza.

Essa quindi ospita ed assiste persone anziane che versano in condizioni di autosufficienza e non, fisica o psichica nonché soggetti invalidi ad un lavoro proficuo provvedendo al mantenimento ed all’assistenza delle persone ospitate sul piano spirituale, fisico, psichico e sociale di ciascuno favorendo le relazioni degli ospiti tra di loro, con l’ambiente esterno e con quello di provenienza. Ciò nel pieno rispetto della personalità e della libertà di ciascuno.

L’ASSETTO ISTITUZIONALE.

Sono organi della Fondazione: il Consiglio di Amministrazione, il Presidente e l’Organo di revisione contabile.

L’Amministrazione della Fondazione spetta al Consiglio di Amministrazione. Esso è composto da cinque consiglieri. Due di essi nominati dal Vescovo della Diocesi di Verona cui compete pure la designazione del Presidente. Due consiglieri sono poi nominati dal Vescovo della Diocesi di Verona ma su indicazione del Consiglio Pastorale della parrocchia di San Martino Vescovo.

Il Consiglio di Amministrazione dura in carica cinque anni.

Al consiglio di Amministrazione spettano i seguenti compiti:

-         Discutere ed approvare il bilancio consuntivo ed il bilancio preventivo;

-         Definire il programma generale, annuale e/o pluriennale di amministrazione con la specificazione degli obiettivi da raggiungere e le priorità degli stessi;

-         Controllare l’andamento della gestione valutando la qualità dei servizi resi e indicando le iniziative da adottare per il miglioramento;

-         Deliberare l’accettazione di donazioni, eredità e legati;

-         Operare in banca chiedendo affidamenti ordinari o richiedendo mutui;

-         Stipulare convenzioni con enti pubblici e/o privati per la gestione dell’attività;

-         Nominare e revocare il Direttore determinandone i poteri e le competenze;

-         Gestire il personale dipendente mediante assunzioni e licenziamenti organizzandone il servizio anche emanando un apposito regolamento organico nel quale debbono essere specificate competenze, obblighi, e diritti dei singoli dipendenti.

-         Proporre modifiche allo statuto;

-         Deliberare ogni altro atto di amministrazione, anche oneroso, utile per il buon funzionamento della Fondazione.

Il Consiglio di Amministrazione può delegare il compimento degli atti di ordinaria amministrazione al Presidente del Consiglio stesso, ad altro Consigliere o al Direttore, nei limiti dei poteri e delle competenze a quest’ultimo conferiti. In forza di apposita delega conferitagli dal Consiglio di Amministrazione il Direttore provvede alla predisposizione degli atti del Consiglio di Amministrazione ed adotta ogni provvedimento di gestione necessario al buon funzionamento dell’Ente nell’ambito delle direttive, dei poteri e delle competenze attribuitegli. Il Direttore partecipa alle riunioni del Consiglio di Amministrazione con funzioni di Segretario.

 

I PRINCIPI DEL NOSTRO AGIRE ORGANIZZATIVO.

La Fondazione Casa di Riposo San Giuseppe Onlus vuole tendere ad utilizzare in modo efficace e coordinato le risorse disponibili al fine di soddisfare il più possibile i bisogni dell’anziano. Per realizzare tali bisogni è necessario creare le condizioni affinché il personale possa realizzare dei piani di lavoro con efficacia ed efficienza.

-         Come rendere i principi realtà?

Individuazione delle aree di responsabilità con organizzazione del lavoro per risultati;
Programmazione dei servizi;
Controllo Direzionale di Gestione.
Regolamentazione delle attività.

 

-         Attraverso quali strumenti?

Un modello organizzativo per funzioni e centri di responsabilità.
Il lavoro per equipe: l’approccio olisticoLa Carta dei Servizi.
Il Sistema di Gestione della Qualità.